Cos’è la cessione del quinto, come funziona e perché conviene

Cessioni del quinto

La cessione del quinto è la tipologia di finanziamento ideale per chi ha la necessità di ottenere una certa quantità di denaro in tempi brevi a tassi di interesse vantaggiosi. In questo articolo vedremo nel dettaglio cos’è la cessione del quinto, come funziona e perché conviene.

Cessione del quinto: cos’è e come funziona

La cessione del quinto è un prestito che permette di rimborsare il debito tramite delle rate che vengono trattenute direttamente dallo stipendio o dalla pensione del richiedente. Il contratto della cessione del quinto ha una durata che può variare da 24 mesi (2 anni) a 120 mesi (10 anni) e l’ammontare della rata non può superare il 20% del reddito totale. Ad esempio, se si dispone di uno stipendio di 1.500 euro, la rata mensile della cessione potrà essere al massimo di 300 euro.

Con la cessione del quinto, dunque, l’importo della rata da rimborsare viene trattenuto dal datore di lavoro o dall’ente di previdenza sociale che lo girerà direttamente all’istituto finanziario. Per questo motivo questa tipologia di prestito è una garanzia dal punto di vista del creditore in quanto non ci sono rischi di interruzione dei pagamenti volontari o di ritardo da parte del debitore.

La cessione del quinto può essere concessa ai dipendenti privati e ai dipendenti pubblici (cessione dello stipendio) e ai pensionati (cessione della pensione). Sono esclusi da questa tipologia di finanziamento i lavoratori autonomi, i liberi professionisti e i lavoratori dipendenti assunti in aziende che non hanno alcuni requisiti di affidabilità che analizzeremo tra poco.

Cessione del quinto: caratteristiche

La caratteristica principale del prestito tramite cessione del quinto è che il rimborso avviene alla fonte, e pertanto, solo se si percepisce uno stipendio o una pensione periodica si potrà accedere a questa formula di finanziamento. Come detto, per questo motivo sono esclusi dalla possibilità di richiedere la cessione del quinto i titolari di Partita IVA, i lavoratori autonomi, gli imprenditori e gli artigiani.

Anche per alcuni lavoratori dipendenti esistono dei limiti. Infatti, per concedere il prestito, l’istituto di credito dovrà accertarsi che siano rispettati alcuni requisiti dell’azienda, ed in particolare verrà valutato il capitale sociale, il numero dei dipendenti (non deve essere inferiore a 16) e più in generale la sostenibilità finanziaria dell’impresa.

Cessione del quinto e polizza assicurativa

In fase di concessione della cessione del quinto, sarà obbligatorio sottoscrivere una polizza assicurativa. Nello specifico, si tratta di garantire il creditore contro i rischi di perdita dell’impiego e morte del richiedente. In caso di sinistro, la compagnia assicurativa adempierà al pagamento del debito residuo anche se questo dovesse essere superiore al TFR accumulato fino a quel momento.

Cessione del quinto anche per chi è segnalato in Crif

Un’altra caratteristica della cessione del quinto è che l’istituto di credito può concedere il prestito anche a chi ha una storia creditizia negativa a causa di uno o più ritardi nei pagamenti di altri prestiti.

Per molte persone segnalate in Crif o in Centrale Rischi che non possono accedere ad alcun tipo di finanziamento, con la cessione del quinto hanno la possibilità di ottenere l’intera somma di cui hanno bisogno senza rifiuti da parte dell’istituto. La garanzia per il creditore, come detto, sta nel fatto che il rimborso del debito avviene alla fonte.

Tra gli elementi che non devono mancare nel contratto di cessione del quinto ci sono:

  • l’importo del prestito;
  • il tasso di interesse;
  • il TAEG;
  • gli oneri in caso di mora;
  • l’importo delle singole rate;
  • le condizioni di rimborso;
  • la data di scadenza delle rate;
  • le coperture assicurative.

Come richiedere la cessione del quinto

I lavoratori dipendenti e i pensionati che hanno la necessità di ottenere un prestito in pochi giorni possono rivolgersi ad una finanziaria o ad un mediatore creditizio autorizzato e presentare la domanda di cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Come primo step, il consulente calcolerà l’importo complessivo che può essere concesso in base al reddito e all’età del richiedente. Una volta inoltrata la documentazione richiesta all’istituto, i tempi di risposta sono abbastanza brevi, a partire da pochi giorni.

Chiedi subito un preventivo gratuito e ottieni il prestito in pochi giorni.

Cessione del quinto: quali documenti presentare per la richiesta

Per ottenere un prestito tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione è necessario presentare pochi semplici documenti:

  • carta di identità e codice fiscale del richiedente;
  • ultima Certificazione Unica (CU);
  • busta paga per i lavoratori dipendenti;
  • cedolino della pensione per i pensionati.

Cessione del quinto: i vantaggi

In conclusione, il prestito con cessione del quinto può risultare molto vantaggioso per tante persone che si trovano ad affrontare una spesa improvvisa o che necessitano di un finanziamento in tempi molto brevi. Come abbiamo visto, se si possiedono i requisiti principali, la cessione del quinto è di facile accesso, anche per chi ha avuto segnalazioni in Centrale Rischi o in Crif.

Se la somma di cui si ha bisogno non è molto alta, la cessione del quinto è un’ottima alternativa al mutuo per l’acquisto della casa. Il vantaggio della cessione è che non dovrà essere iscritta alcuna ipoteca sull’immobile e inoltre si risparmiano le spese notarili relative all’atto di mutuo.

Infine, la cessione del quinto può essere richiesta se si hanno altri debiti in corso e si desidera avere un’unica rata che racchiuda tutti gli altri prestiti a fronte di un piano di rimborso più sostenibile e prolungato nel tempo.

Se stai pagando altri prestiti e vuoi unire unire tutti i finanziamenti in un’unica rata, contatta subito un nostro consulente e ricevi un preventivo senza impegno.