Intervista a Mauro Baldassin, Amministratore delegato di Credipass e Relabora

News

Abbiamo incontrato Mauro Baldassin, Amministratore delegato di Credipass e neo AD di Relabora, a cui abbiamo chiesto la sua opinione in merito all’acquisizione da parte di Duna House Group e quali saranno gli obiettivi di Hgroup nel 2022 e negli anni a seguire.

Quali sono le prime impressioni della partnership con Duna House Group e cosa cambierà?

Negli ultimi mesi, prima della definizione dell’accordo con DHG, le due aziende si sono incontrate diverse volte stringendo un ottimo rapporto professionale. La delegazione presieduta dal CEO Guy Dymschiz ha voluto conoscere di persona le figure chiave del management di Hgroup e i dirigenti delle varie società del gruppo.

Siamo contenti di aver ricevuto tanto apprezzamento per le attività svolte fino sin qui, ma il riconoscimento più grande è arrivato quando la nuova maggioranza ha deciso di confermare tutti i Manager che fino ad oggi hanno guidato le rispettive aziende e che giorno dopo giorno hanno contribuito a raggiungere gli incredibili risultati di crescita di Hgroup.

Un sentito ringraziamento va a Diego Locatelli, Presidente uscente di Hgroup, che in tutti questi anni ha amministrato con successo l’azienda. Oggi si chiude un ciclo vincente e se ne riapre un altro, con ambizioni ancora più grandi.

L’attuale management è pronto a proseguire con il trend di crescita e a vincere le nuove sfide. Questo sarà possibile grazie a tutti i colleghi, i Divisional e i nostri 1000 Promotori Creditizi che negli ultimi anni sono stati capaci di trasformare in realtà gli obiettivi ambiziosi che ci eravamo prefissati nel precedente Piano industriale.

Con la nuova compagine societaria partirà un nuovo Piano industriale quinquennale che si porrà l’obiettivo di rafforzare la nostra presenza sul territorio nazionale. Forniremo alla rete commerciale un maggior numero di strumenti innovativi e di conseguenza offriremo alla nostra clientela una consulenza sempre più attenta e mirata. Inoltre rafforzeremo il legame di collaborazione con gli istituti di credito. Proprio in questi giorni stiamo incontrando i nostri partner bancari per presentare loro le nuove strategie e allo stesso tempo stiamo ampliando le convenzioni con altri istituti in modo da integrare l’offerta di prodotti creditizi e assicurativi.

Quali sono gli obiettivi strategici per i prossimi anni?

In campo nazionale stiamo già valutando l’acquisizione di altre società di mediazione creditizia e di gruppi immobiliari per estendere la nostra attività di real estate.

Sul fronte internazionale, ricordo che Duna House Group è la società leader nel campo immobiliare e creditizio in Ungheria, ed è già presente nell’Europa dell’est. Con l’acquisizione in Italia del 70% di Hgroup punta chiaramente ad una maggiore espansione nel sud-ovest dell’Europa.

Di fatto, la recente unione con Hgroup ha già dato vita ad una multinazionale nel settore del credito, del real estate e delle assicurazioni, con un fatturato aggregato vicino ai 100 milioni di euro, un Ebitda di gruppo superiore ai 10 milioni e una rete commerciale di oltre 5.000 unità. Ma non vogliamo fermarci qui.

Tra le novità del 2022 ci sarà anche il rilancio di Relabora, la società controllata da Hgroup che propone soluzioni per semplificare l’attività degli agenti immobiliari. A breve, Relabora presenterà una serie di nuovi servizi che consentirà alla rete dei Promotori creditizi di Credipass di ampliare la loro attività a vantaggio della propria clientela e dei partner immobiliari.

Quali cambiamenti ci saranno in futuro per il settore creditizio?

Vedo una similitudine tra il settore della mediazione creditizia e il mondo bancario, che negli ultimi tempi è stato caratterizzato dalle fusioni tra grandi gruppi, come peraltro auspicato sia dalla Banca centrale europea che dall’Eba, l’Istituto di vigilanza sulle banche in Europa.

Così come è normale immaginare un nuovo risiko bancario che potrebbe rivoluzionare il peso dei grandi istituti europei, anche le società di mediazione creditizia dovranno presto iniziare ad unirsi per tracciare nuovi scenari più lungimiranti e dalle ambizioni più internazionali. Già nel 2018, con l’acquisizione da parte di Credipass di Soluzione Credito, la società di mediazione da me fondata nel 2014, e successivamente di Mediofimaa e PrestaSi, si era tracciata la linea di come Hgroup avrebbe dovuto espandersi. Grazie a quella visione, oggi Credipass è diventata la prima società di mediazione creditizia in Italia. L’unione appena conclusa tra Hgroup con Duna House è solo il primo passo verso una nuova dimensione che guarda oltre i confini nazionali.